Questo articolo contiene collegamenti a prodotti o servizi di uno o più dei nostri inserzionisti o partner. Potremmo ricevere una commissione quando clicchi o effettui un acquisto utilizzando il nostro sito. Scopri di più su come guadagniamo.

Confronta prestiti in criptovalute e servizi di lending

Come guadagnare denaro prestando criptovalute, oppure usare le tue criptovalute come garanzia per un prestito.

I prestiti in criptovalute sono in modo per far fruttare dei fondi che altrimenti sarebbero dormienti, senza la necessità di vendere. In alternativa, chi prende in prestito può accedere a più criptovalute in modo simile a come faresti usando il denaro in banca. A differenza di un prestito bancario, i prestiti in criptovalute spesso esistono nella forma di prestito peer-to-peer attraverso una piattaforma di intermediazione. Chi prende in prestito usa le proprie criptovalute come garanzia, mentre chi presta mette le sue criptovalute a disposizione e in cambio ci guadagna l’interesse pagato da chi chiede il prestito.

In questo modo, gli utilizzatori di criptovalute possono essere sia creditori che debitori, e ottenere un prestito o guadagnare interessi sulle proprie criptovalute come desiderato.

Sebbene i principi di base siano gli stessi, piattaforme diverse funzionano in modo diverso.

Avvertenza: Queste informazioni non sono un’approvazione alle criptovalute o a qualsiasi specifico fornitore, servizi o offerte. Non è una sollecitazione a negoziare o utilizzare qualsiasi servizio.

Confronta i prestiti in criptovalute

1 - 1 of 1
Name Product Passive income
Crypto.com App
Earn returns on cryptocurrency deposits
Returns up to 12% or more depending on the cryptocurrency
Compra più di 260 criptovalute, guadagna fino al 14,5% all'anno di interessi, paga i tuoi acquisti nei negozi ricevendo cashback, ottieni prestiti ed altro con questa piattaforma completa di crypto-finanza.
loading

Compare up to 4 providers

Come funziona il prestito di criptovalute?

Piattaforme diverse funzionano in modo diverso, ma la linea di principio è che sono prestiti peer-to-peer. Chi chiede un prestito usa le proprie criptovalute come garanzia per ottenerlo, mentre chi presta deposita le criptovalute necessarie per pagarli.

La maggior parte delle piattaforme seleziona chi chiede prestiti ed emette i prestiti stessi, poi condivide semplicemente i profitti con i creditori. Ciò crea un’esperienza simile al modo in cui le banche offrono prestiti e pagano interessi ai titolari di conti di risparmio.

Altri agiscono come mercati dove chi ha bisogno di prestiti e chi vuole prestare si incontrano e misurano le rispettive offerte per arrivare ad un accordo.

In molti casi, una piattaforma avrà il suo token nativo, che può essere usato come opzione per ottenere tassi agevolati, sconti o altri bonus.

Una delle caratteristiche più importanti di queste piattaforme, e uno dei motivi per cui possono offrire guadagni relativamente alti per chi presta, è il fatto che usano le criptovalute come garanzia con un tipico rapporto LTV di circa il 50%.

Ciò significa che ci sono molte garanzie in circolazione, anche nell’ipotesi di un crollo del mercato delle criptovalute. Se chi chiede un prestito scende al di sotto del rapporto LTV concordato, la sua garanzia può essere liquidata facilmente e velocemente. Come bonus aggiuntivo, può quasi sempre essere venduto in modo incrementale se è necessario, a tassi di mercato equi e senza alcun tipo di deprezzamento oltre alla variazione di prezzo.

Questo aiuta a ridurre, e teoricamente ad eliminare completamente, il rischio di insolvenza da parte dei debitori. In buona sostanza, si usa un solo tipo di denaro come garanzia per un prestito di un importo più piccolo di un altro tipo di denaro. Questa sicurezza significa che questi tipi di piattaforme non devono necessariamente spendere tanto tempo e denaro per valutare il merito creditizio, controllare i debitori, assumere esattori, inseguire gli inadempienti, impostare piani di pagamento e tutte le alte cose che chi presta denaro deve fare.

Effettivamente, può essere anche usata come struttura per automatizzare completamente l’intera macchina dei prestiti, come stanno facendo alcune piattaforme come Dai, per ridurre i costi ulteriormente.

Come iniziare

Confronta le piattaforme di prestiti in criptovalute

Individuare una truffa: quando i tassi sono troppo belli per essere veri…

Uno dei migliori modi per individuare una truffa con le criptovalute è diffidare di qualsiasi offerta che sembra troppo bella per essere vera.

Ma le offerte in questa pagina ne fanno parte? Per stare al sicuro ed evitare truffe, è importante considerare cosa significa “troppo bello per essere vero” in questo contesto.

Criptovalute come garanzia

Come menzionato in precedenza, le criptovalute sono un tipo estremamente efficace di garanzia per i prestiti dal momento che sono un tipo di denaro a sé stante, e queste piattaforme offriranno generalmente dei rapporti LTV solo dal 30% al 70%.

Ciò significa che, quando un sistema è impostato e gestito correttamente, il rischio è praticamente zero per chi presta.

Questa mancanza di rischio dovrebbe tipicamente tradursi in tassi estremamente favorevoli per chi richiede un prestito ma, come puoi notare, qui non è successo. Invece, si sta trasformando in rendimenti più elevati per i prestatori.

Considerando ciò, è giusto fare le dovute considerazioni su quanto dovrebbe essere richiesto come tasso affinché possa essere buono.

A quanto ammonta un buon tasso?

Un altro motivo per cui questi tassi potrebbero essere troppo buoni per essere veri è che li stiamo confrontando ai tassi dei conti deposito odierni che, negli ultimi anni, sono diventati sempre più bassi. Chi ricorda gli anni 80 e 90, sa che era normale per i clienti di una banca guadagnare interessi a due cifre dai conti deposito.

In una certa misura, questi rendimenti dagli interessi non sono così alti. È solo che i tipici tassi di oggi sono così bassi.

Una promessa di raddoppiare il tuo denaro ogni anno è troppo bella per essere vera, ma non c’è niente di irrealistico riguardo un 10% all’anno di semplici interessi.

E queste offerte sono davvero così buone come sembrano? In alcuni casi, i rendimenti per chi presta mostrati su questa pagina potrebbero essere il limite massimo di ciò che è possibile ottenere, e potrebbero essere applicate condizioni per ottenere quei rendimenti.

Se guardi il foglio informativo, potresti scoprire che molte di queste piattaforme non sono così buone come sembrano. Per esempio, una piattaforma che offre il 18% all’anno lo pagherà probabilmente come interesse semplice e non composto, mentre richiede agli utenti di mantenere un certo importo del token nativo della piattaforma.

Back to top

Vantaggi e svantaggi dei prestiti in criptovalute

Sia chi presta che chi chiede prestiti hanno diversi vantaggi e svantaggi da tenere in considerazione quando si usano queste piattaforme.

Per chi chiede prestiti

Vantaggi

  • Usare le criptovalute come garanzia. Molte banche e prestatori non consentono di usare le criptovalute come garanzia, ma queste piattaforme lo fanno.
  • Libertà. I prestiti vengono generalmente finanziati “senza chiedere domande”. Non devi spiegare perché hai bisogno di denaro e non ci sono condizioni particolari su come puoi usarlo.
  • Nessun controllo del credito. Molte di queste piattaforme considerano la garanzia come una prova della tua solvibilità, piuttosto che controllare attraverso i metodi tradizionali.
  • Accesso veloce ai fondi. Sebbene i tempi di approvazione dipendono dalle piattaforme, la mancanza di burocrazia si traduce in accesso ai prestiti più veloce rispetto alle istituzioni tradizionali.

Svantaggi

  • Richiede criptovalute come garanzia. Dovrai avere delle criptovalute da usare come garanzia quando chiedi prestiti su queste piattaforme.
  • Rischio di volatilità. La volatilità del mercato potrebbe portare i debitori ad aver bisogno di ricaricare la propria garanzia o di affrontarne una liquidazione parziale.
  • Tassi mediocri. I prestiti in criptovalute tendono ad avere dei tassi molto scarsi rispetto al rischio basso che ha chi presta.
  • Custodia e rischio di scam. Dovrai tipicamente riporre fiducia nella piattaforma in cui riponi i tuoi fondi. Se questo non ti fa stare tranquillo, potresti essere in grado di trovarne alcune che operano con gli smart contract.

Per chi presta denaro

Vantaggi

  • Guadagna criptovalute. Queste piattaforme offrono un modo per guadagnare interessi sulle criptovalute (oppure su valute fiat o stablecoin) che possiedi.
  • Guadagni elevati. I tassi deboli per chi chiede prestiti si traducono in alti guadagni per chi presta.
  • Rischio di controparte minimo. Le caratteristiche uniche delle criptovalute permettono rischi con un rischio di controparte minimo.

Svantaggi

  • Mancanza di regolamentazione. La regolamentazione delle criptovalute è ancora in una fase iniziale, e molte di queste piattaforme esulano dai campi di applicazione delle regolamentazioni attuali. Se qualcosa va storto, non è chiaro a chi potresti fare ricorso.
  • Piattaforme di custodia. Sebbene ci siano piattaforme che lasciano che gli utenti mantengano il controllo delle loro chiavi private mentre guadagnano interessi, simili a conti deposito per criptovalute, molti richiederanno di effettuare i depositi e di riporre fiducia nella piattaforma. Anche qui, se qualcosa va storto, potresti non essere in grado di recuperare i tuoi fondi.
  • Rischio di truffa. Non tutte le presunte piattaforme di prestiti sono legittime. Alcune sono truffe, e se accidentalmente invii denaro ad una di queste, potresti perdere i tuoi fondi.

Confronta le piattaforme di prestiti in criptovalute

Rischi e insidie dei prestiti in criptovalute

Alcuni dei rischi di cui essere consapevoli quando si usano le piattaforme di prestiti in criptovalute, sia per chi presta che per chi li chiede, includono:

  • Usare una piattaforma poco regolamentata o non regolamentata, che potrebbe lasciarti senza la possibilità di fare ricorso se qualcosa va storto
  • La possibilità che la tua piattaforma scelta diventi una truffa, sia preda di attacchi informatici o che comunque tu possa perdere i tuoi soldi
  • Il rischio che i prezzi delle criptovalute crolli improvvisamente, il che potrebbe lasciare i debitori sprovvisti di garanzie sufficienti e i creditori impossibilitati a vendere perché le loro criptovalute sono bloccate in un prestito
  • Potenziali errori tecnici o bug che potrebbero causare conseguenze inaspettate
  • I rischi inerenti al possesso di qualsiasi criptovaluta che hai scelto di prestare o richiedere in prestito, come la volatilità o i rischi di controparte associati con alcune stablecoin

La natura di questi rischi significa che c’è una possibilità di perdere tutti i fondi che affidi ad una di queste piattaforme, non importa quanto sia affidabile e rispettabile. È importante tenere conto di tutto ciò, ed evitare di assumere impegni di capitale troppo elevati.

Le domande più frequenti

Back to top
Avvertenza: Le criptovalute sono speculative, complesse e comportano rischi significativi, poiché sono altamente volatili e sensibili alle attività secondarie. Le prestazioni sono imprevedibili e le prestazioni passate non garantiscono prestazioni future. Considera le tue esigenze e chiedi consiglio autonomamente prima di affidarti a queste informazioni. Prima di prendere qualsiasi decisione, è inoltre necessario verificare la natura di qualsiasi prodotto o servizio (compreso il suo status giuridico e i pertinenti requisiti normativi) e consultare i siti web delle autorità di regolamentazione pertinenti. Finder, o l’autore, può avere partecipazioni nelle criptovalute discusse.

More guides on Finder

Ask an Expert

You are about to post a question on finder.com:

  • Do not enter personal information (eg. surname, phone number, bank details) as your question will be made public
  • finder.com is a financial comparison and information service, not a bank or product provider
  • We cannot provide you with personal advice or recommendations
  • Your answer might already be waiting – check previous questions below to see if yours has already been asked

Finder.com provides guides and information on a range of products and services. Because our content is not financial advice, we suggest talking with a professional before you make any decision.

By submitting your comment or question, you agree to our Privacy Policy and Terms.

Questions and responses on finder.com are not provided, paid for or otherwise endorsed by any bank or brand. These banks and brands are not responsible for ensuring that comments are answered or accurate.
Go to site