Finder is committed to editorial independence. While we receive compensation when you click links to partners, they do not influence our content.

ETF di criptovalute

Una guida per principianti sugli ETF di bitcoin e criptovalute.

Se vuoi speculare sul prezzo di bitcoin e altre criptovalute senza effettivamente comprare alcuna moneta digitale, gli ETF di criptovalute offrono un modo di farlo. Gli ETF ti permettono di replicare il prezzo di un asset o indice sottostante.

Tuttavia, gli ETF di criptovalute non solo comportano un certo livello di rischio, ma sono ancora in attesa di ricevere l’approvazione ufficiale da parte di regolatori mondiali come la SEC degli Stati Uniti. Continua a leggere per scoprire il perché.

Disclaimer: Queste informazioni non devono essere interpretate come un’approvazione all’uso delle criptovalute o di uno specifico servizio. Non è una raccomandazione all’investimento.

Confronta gli ETF di criptovalute

Nome dell'ETF Offerto da Simbolo Tipo Retail o Istituzionale? Investimento Minimo Approvato dalla SEC?
Bitcoin Tracker One XBT Provider COINXBT ETN Retail 1 lotto No
Bitcoin Tracker Euro XBT Provider COINXBE ETN Retail 1 lotto No
Ether Tracker One XBT Provider COINETH ETN Retail 1 lotto No
Ether Tracker Euro XBT Provider COINETHE ETN Retail 1 lotto No
Vectors Bitcoin VanEck VBTC ETN Retail 1 lotto No
Physical Bitcoin ETC Group BTCE ETC Retail 1 lotto No
Physical Ethereum ETC Group ZETH ETC Retail 1 lotto No
Physical Litecoin ETC Group ELTC ETC Retail 1 lotto No

Cos’è un ETF di criptovalute?

Un ETF è una collezione (spesso chiamato un “paniere”) di asset che può essere comprato e venduto su un mercato azionario praticamente nello stesso modo in cui gli investitori negoziano azioni ordinarie di una società. Gli ETF sono fondi di investimento progettati per replicare la performance di un determinato indice, come il FTSE MIB, oppure una determinata materia prima o altri asset.

Per esempio, un ETF sull’oro ti permette di investire nel metallo giallo senza doverlo possedere o trovare un luogo per custodirlo.

Come potresti aver già intuito, quindi, un ETF di criptovalute è un ETF pensato per dare agli investitori un’esposizione sul mercato delle criptovalute. Comunemente noti come ETF di Bitcoin, questi replicano il prezzo di una o più valute digitali o token, fornendo esposizione ai movimenti di prezzo delle criptovalute senza alcuni dei rischi e degli svantaggi associati al possesso di qualsiasi valuta digitale.

L’approccio più basico per un ETF di criptovalute di replicare il prezzo di una valuta digitale è quello di acquistare e detenere quella valuta, quindi dividere le quote di proprietà di quelle monete tra le parti interessate. Tuttavia, un altro modello di ETF prevede l’acquisto di futures sul bitcoin.

Back to top

Come funzionano gli ETF di criptovalute?

Sebbene comprare e vendere criptovalute sia molto più facile oggi di quanto lo fosse solo un paio di anni fa, è ancora complicato per la maggior parte dei nuovi utenti. Configurare e gestire uno o più wallet digitali, comprendere la differenza tra chiavi pubbliche e private, avere a che fare con le insidie del furto dei dati sono tutte barriere significative che i nuovi arrivati nelle criptovalute devono affrontare.

Ma gli ETF di criptovalute offrono un modo per arginare questi ostacoli. Quando investi in un ETF di criptovalute, non compri effettivamente alcuna criptovaluta – piuttosto, gli ETF saranno basati su uno dei seguenti approcci:

  • ETF di criptovalute a “replica fisica”. Qualsiasi valuta digitale che l’ETF vuole replicare è detenuta dal fondo stesso, e tu compri unità o lotti dell’ETF. Se il valore delle valute digitali detenute dall’ETF sale, aumenta anche il valore del tuo investimento.
  • ETF di criptovalute con sottostante futures. In questo tipo di ETF, le quote nel fondo non sono basate su effettive monete, ma su contratti futures sul bitcoin. Un contratto futures è un accordo che imposta un prezzo fisso e una data per comprare o vendere un asset. Di conseguenza, permettono potenzialmente agli investitori di fare profitto sia con mercato rialzista che ribassista.

Le quote di ETF possono essere comprate e vendute su mercati regolamentati, ma si applicano le commissioni del broker. Proprio come le azioni scambiate su un mercato, il prezzo di un ETF oscilla durante l’intera giornata, mentre i compratori e venditori si scambiano quote.

Dovrai inoltre pagare una commissione di gestione all’emittente di ETF, che tuttavia hanno generalmente commissioni inferiori rispetto ai fondi gestiti tradizionali.

Come funzionano gli ETF di criptovalute

Per aiutarti a comprendere gli ETF un po’ meglio, diamo uno sguardo ad un esempio ipotetico.

L’ETF “XYZ” è progettato per replicare la performance delle 5 criptovalute più importanti al mondo secondo la capitalizzazione di mercato – bitcoin, Ethereum, XRP, Binance Coin e Cardano.

La società che emette l’ETF possiede un importo specifico di ciascuna delle cinque valute, e la proprietà di queste monete e token è divisa in quote. Gli investitori quindi comprano e vendono quelle quote di ETF sui mercati azionari nella speranza di beneficiare di aumenti di prezzo rispetto alle valute digitali sottostanti.

Supponiamo che il valore di una quota dell’ETF XYX è di 50€, e tu decidi di acquistare 10 quote per un totale di 500€. Dopo 12 mesi di crescita globale del mercato delle criptovalute, il prezzo di una quota di ETF XYZ è salito a 100€, il che significa che il tuo investimento totale ora è valutato 1000€.

Se avessi adottato un approccio più tradizionale decidendo di comprare ciascuna delle cinque criptovalute singolarmente, avresti dovuto creare uno o più wallet, aprire un conto su un exchange di criptovalute, pagare le commissioni del broker per ogni acquisto di criptovalute, e poi monitorare i movimenti di prezzo di ciascuna moneta lungo l’intero anno.

Invece, con un ETF di criptovalute, è più semplice e richiede molto meno tempo accedere ad un portafoglio diversificato di criptovalute.

La storia degli ETF di criptovalute

La storia degli ETF di criptovalute è breve, ma già controversa. Per tutto il 2017 e 2018, c’è stata parecchia copertura mediatica incentrata sugli sforzi da parte di più emittenti di ETF per convincere la SEC degli Stati Uniti ad approvare le loro proposte di un ETF basato sulle criptovalute.

Ad Agosto 2018, la SEC deve ancora approvare eventuali ETF su bitcoin o criptovalute, citando problemi di sicurezza. In passato, ha rifiutato molte proposte di ETF, in particolare chiudendo le applicazioni dei gemelli Winklevoss nel 2017 e 2018.

Alla fine di Agosto, la SEC ha rifiutato nove ulteriori richieste di ETF di bitcoin perché le proposte non rispettavano i necessari requisiti legali. Nello specifico, i nove rifiuti sono stati accompagnati dalla seguente dichiarazione:

…La Commissione disapprova questa modifica delle regole perché, come discusso di seguito, l’exchange non rispetta i requisiti ai sensi dell’Exchange Act e della Commission’s Rules of Pratica per dimostrare che la sua proposta è coerente con i requisiti dell’articolo 6, comma (B)(5), secondo cui le regole di una borsa valori nazionale sono concepite per prevenire atti e pratiche fraudolente o manipolatrici.

Al momento, dunque, gli ETF in criptovalute non hanno ancora ricevuto approvazione da parte della SEC, la quale sarebbe importante per avere un passo avanti nella battaglia delle criptovalute per un’adozione diffuda. ETF adeguatamente regolamentati e gestiti in modo professionale potrebbero rappresentare un’opzione più sicura per gli investitori preoccupati dei rischi associati al comprare valute digitali, oltre ad aiutare a colmare il gap tra il mondo degli exchange di criptovalute e gli strumenti di investimento più tradizionali.

Al momento di scrivere questa guida, non ci sono ETF di criptovalute quotati alla Borsa Italiana. Solo un’eventuale approvazione concessa dalla SEC degli Stati Uniti, potrebbe essere utile per il lancio di prodotti finanziari di questo tipo.

Back to top

Quali sono le mie opzioni di ETF di bitcoin?

Solo perché non ci sono ETF quotati in Borsa Italiana non significa che gli investitori italiani non possano accedere ai prodotti ETF correlati alle criptovalute. Ci sono alcune opzioni disponibili nel mondo, tra cui i seguenti fornitori:

Scopri di più sugli exchange di criptovalute e le piattaforme di trading.

Come investire in un ETF di criptovalute

Gli ETF sono tradizionalmente progettati per essere comprati e venduti su mercati sicuri, il che significa che li puoi negoziare attraverso il tuo broker di trading online.

Tuttavia, con l’esempio di Huobi che lancia il suo fondo indicizzato, potrebbe invece essere necessario registrare un conto presso un exchange.

Infine, se sei interessato alle potenzialità dietro la tecnologia blockchain, potresti anche voler considerare gli ETF incentrati sulle società blockchain. La tecnologia blockchain è indiscutibilmente una delle innovazioni chiave introdotte da bitcoin ed è strettamente connessa alla più estesa industria delle criptovalute, perciò potrebbe valere la pena cercare gli ETF sulla tecnologia e se possono fornire adeguata esposizione agli investimenti inerenti alla blockchain.

Benefici vs rischi degli ETF di bitcoin

Proprio come qualsiasi altro tipo di investimento, gli ETF di criptovalute hanno una serie di vantaggi e svantaggi. È fondamentale soppesare i vantaggi potenziali rispetto ai rischi associati prima di decidere se dovresti investire in qualsiasi ETF di criptovalute.

  • Semplicità. Apprendere come comprare e custodire criptovalute può essere complicato e scoraggiante. Gli ETF rendono semplice acquisire l’esposizione alle valute digitali senza dover gestire l’ansia di detenere alcuna valuta.
  • Creazione di un portafoglio diversificato. La natura fortemente segmentata dell’industria delle criptovalute significa che acquisire e detenere una grande collezione di valute tutte insieme è complicato e richiede tempo, poiché è necessario aprire molti wallet e gestire conti su diversi exchange di criptovalute. Invece, gli ETF di criptovalute ti permettono di replicare più monete digitali e token tutte insieme, facendoti risparmiare tempo e preoccupazioni.
  • Si evita il rischio di attacchi informatici. Gli exchange di criptovalute ed i wallet sono suscettibili ad attacchi informatici da parte degli hacker con relativi furti. Comprare quote di un ETF di criptovalute ti protegge contro questi rischi, dal momento che non possiedi effettivamente alcuna moneta digitale.
  • Commissioni più basse. Gli ETF hanno generalmente commissioni più basse rispetto ai fondi gestiti tradizionali, rendendo possibile la composizione di un portafoglio diversificato a spese ridotte.
  • Scelta limitata. Attualmente, la scelta di ETF correlati con le criptovalute è piuttosto limitata. Solo in caso di approvazione da parte della SEC, il quadro potrebbe cambiare velocemnte.
  • Volatilità. Le criptovalute sono famose per la loro volatilità, che fa oscillare il prezzo sensibilmente in un breve lasso di tempo. Se il mercato si muove contro la tua direzione, il valore di una tua quota di ETF in criptovalute potrebbe subire un crollo.
  • Mancanza di diversificazione del rischio. Gli ETF tradizionali spesso includono una serie estesa di titoli che contribuiscono a diversificare il rischio. Tuttavia, le prime versioni di ETF di criptovalute sin qui disponibili forniscono solo l’accesso ad una serie limitata di valute digitali. Se poi consideri anche la correlazione tra la performance di bitcoin e il valore delle altcoin, questo non fa altro che aumentare il livello di rischio.
  • I rischi non sono scongiurati. Solo perché non hai a che fare con i rischi legati alla detenzione delle valute digitali, non significa che questi rischi cessino di esistere. Problemi come l’hacking dovranno comunque essere gestiti dall’emittente degli ETF.
  • Commissioni applicate. Così come la commissione di gestione annuale, dovrai considerare le commissioni del broker che vengono addebitate quando compri o vendi quote ETF.
  • Tasse internazionali. Se compri quote di un ETF emesso da un altro paese, preoccupati delle tasse estere che potrebbero essere applicate.you buy units in an ETF located in another country, be aware that foreign tax may apply.

Confronta gli ETF in criptovalute

Back to top

Disclaimer: Le criptovalute sono speculative, complesse e comportano rischi significativi, poiché sono altamente volatili e sensibili alle attività secondarie. Le prestazioni sono imprevedibili e le prestazioni passate non garantiscono prestazioni future. Considera le tue esigenze e chiedi consiglio autonomamente prima di affidarti a queste informazioni. Prima di prendere qualsiasi decisione, è inoltre necessario verificare la natura di qualsiasi prodotto o servizio (compreso il suo status giuridico e i pertinenti requisiti normativi) e consultare i siti web delle autorità di regolamentazione pertinenti. Finder, o l’autore, può avere partecipazioni nelle criptovalute discusse.

More guides on Finder

Ask an Expert

You are about to post a question on finder.com:

  • Do not enter personal information (eg. surname, phone number, bank details) as your question will be made public
  • finder.com is a financial comparison and information service, not a bank or product provider
  • We cannot provide you with personal advice or recommendations
  • Your answer might already be waiting – check previous questions below to see if yours has already been asked

Finder.com provides guides and information on a range of products and services. Because our content is not financial advice, we suggest talking with a professional before you make any decision.

By submitting your comment or question, you agree to our Privacy Policy and Terms.

Questions and responses on finder.com are not provided, paid for or otherwise endorsed by any bank or brand. These banks and brands are not responsible for ensuring that comments are answered or accurate.
Go to site